fbpx
Top
  >  Rubriche   >  Famiglie in viaggio   >  Famiglie in Viaggio: intervista a In Viaggio Con La Mia Tribù
Famiglie in viaggio_Tribù


Ho conosciuto In Viaggio Con La Mia Tribù su Instagram in un periodo in cui si viaggiava poco, ma tramite i loro post ho scoperto che abbiamo molte cose in comune: una famiglia di 4, una mamma e un papà giovani, molto impegnati nel loro “progetto famiglia”, cercando di crescere bambini curiosi e appassionati del mondo. Sono veneti come noi (noi della provincia di Venezia, loro di Vicenza) e per tutti noi ogni avventura, anche la più piccola, vale la pena di essere vissuta.

Soprattutto, ci sentiamo vicini a In Viaggio Con La Mia Tribù perché anche noi, come loro, vediamo il viaggio come un impareggiabile momento educativo per i bambini e, per questo, vale la pena di fare anche un po’ di fatica, perché – lo diciamo sempre – viaggiare con i piccoli non è facile! Non è facile, ma non è impossibile.

Andiamo allora a scoprire un po’ di più chi sono e come affrontano il viaggio in famiglia.


Cominciamo con le presentazioni! Raccontateci chi siete e come nasce il vostro blog

Ciao a tutti! In primis grazie Claudia per l’opportunità di farci conoscere e ospitarci nel tuo nuovo blog. Siamo una famiglia di piccoli viaggiatori: papà Rubens, mamma Benedetta, Achille (5 anni) e Augusto (quasi 3). Il blog nasce il 15 settembre 2018 con l’idea di aiutare i neo genitori a non rinunciare a viaggiare in famiglia, perché riteniamo che i figli siano un valore aggiunto per il viaggio stesso. Crediamo anche che il viaggio abbia una funzione educativa che non si trova facilmente in altre esperienze.

Com’è cambiato il vostro modo di viaggiare con il primo figlio? E con il secondo?

Con Achille abbiamo capito che potevamo tranquillamente continuare a viaggiare, dovevamo solo rallentare i ritmi a cui eravamo abituati. Con Augusto abbiamo semplicemente continuato su questo strada, e spostarci come una vera Tribù ci rende molto orgogliosi.


Qual è stato il primo viaggio di famiglia che avete fatto?

Il primo viaggio di famiglia è stato un on the road negli Stati Uniti con Achille che aveva 18 mesi. Della serie o la va o la spacca!

Come scegliete i vostri viaggi? Quali fonti usate e perché scegliete una località piuttosto di un’altra?

Ci sono molte ispirazioni nella scelta della meta per i nostri viaggi: un libro, una serie tv, un’attrazione in particolare, a volte anche il costo! Siamo innamorati della Natura e del Nord Europa in particolare, dal nostro viaggio in Islanda.

Che consigli o “trucchetti” avete da suggerire per viaggiare serenamente in famiglia?

Il consiglio principale è rallentare. Adeguatevi ai ritmi dei vostri bimbi e saranno dei viaggi meravigliosi.

Avete delle modalità per preparare i bambini al viaggio?

Coinvolgiamo sempre Achille e Augusto prima del viaggio. Facciamo vedere loro dove andremo sull’Atlante, gli spieghiamo alcune cose che andremo a vedere e se possibile compriamo un libro illustrato a tema.

Avete un “viaggio nel cassetto”?

Troppi! Ne diciamo due: tornare in Islanda con i bambini perché la prima volta eravamo ancora senza figli. E proseguire con i parchi nazionali negli Stati Uniti, quelli del nord, come Yellowstone.

Qual è la difficoltà maggiore che incontrate in viaggio e come la gestite?

A volte è difficile far camminare Achille e Augusto, quando vogliono sono dei gran pigroni. In quei casi facciamo dei piccoli giochi, come indovinelli oppure raccontiamo delle storie inventate sul momento e, senza accorgersene, camminano per chilometri.

Cosa non deve mai mancare in valigia per voi?

La guida cartacea. Le adoriamo.

Fareste mai un viaggio da soli, senza bambini?

Un vero viaggio no, ma un weekend, decisamente sì!

Qual è stato il viaggio più bello che avete fatto?

Quindici giorni in cui abbiamo girato per tutta l’Islanda.

C’è un posto visitato nel quale vorreste ritornare più volte?

Siamo ripetitivi, ma certamente l’Islanda. Una terra pazzesca.

Qual è il vostro mezzo di trasporto ideale per i viaggi?

In genere i cosiddetti Fly&Drive. Aereo e poi auto sul posto.

Quando viaggiate qual è il vostro alloggio ideale?

Senza dubbio l’appartamento. Spazi per i bimbi, e si può risparmiare qualcosina.

Viaggi, libri e film: quali sono i preferiti di papà Rubens?

Viaggio ideale: on the road in mezzo alla Natura

Libro del cuore: “Cent’anni di solitudine” di Gabriel Garcia Marquez
Film preferito: “Into the wild”

Mentre quelli di mamma Benedetta?

Viaggio ideale: una destinazione con il mare, non necessariamente al caldo!

Libro del cuore: “La cattedrale del mare” di Ildefonso Falcones
Film preferito: “Moulin Rouge”

E per quanto riguarda Achille e Augusto?

Viaggio ideale: sono ancora piccolini, ma vediamo in loro già questa passione per il viaggio. Ovunque andiamo si divertono un sacco!

Libri del cuore: per Achille sono le favole di Andersen, per Augusto “Biancaneve e i sette nani”
Cartoni preferiti: per Achille “Zootropolis” e per Augusto “Peter Pan”

Viaggiare in famiglia costa: avete qualche suggerimento pratico da dare per risparmiare o per non spendere troppo?

Prenotare con largo anticipo se possibile. Evitare di fare sia pranzo che cena fuori mentre siete in viaggio. E poi consigliamo di fare qualche rinuncia durante l’anno, da investire nei viaggi!

I vostri bambini come si rapportano al cibo quando siete in viaggio?

In generale sono due bimbi di appetito, quindi non abbiamo mai avuto problemi. In ogni caso crediamo che se sono abituati a mangiare bene e in modo vario a casa, non ci siano problemi nemmeno in viaggio.

Vi chiedo ora di lanciare un messaggio ai neo-genitori che non sanno se riusciranno a viaggiare con i bambini piccoli.

Buttatevi. Non avrete mai la certezza di capire come sarà viaggiare con i vostri figli finché non provate. Magari la prima volta non andrà bene, ma poi scoprirete un nuovo modo di viaggiare che vi riempirà il cuore.


Grazie a Rubens, Benedetta, Achille e Augusto per averci raccontato qualcosa di loro e averci incoraggiato ancora di più a scoprire il mondo e viaggiare con tutta la famiglia.

Penso sia bello e importante scoprire come altre famiglie si rapportano al viaggio e In Viaggio Con La Mia Tribù ci ha dato degli spunti molto interessanti!

Questa settimana saranno di nuovo con noi per parlarci di un posto speciale da visitare con i piccoli, mentre il mese prossimo ci sarà un nuovo ospite, proprio qui con cui parleremo di un altro punto di vista riguardo al viaggiare con la famiglia.

Se volete seguire In Viaggio Con La Mia Tribù, li trovate sui loro canali:

www.inviaggioconlamiatribù.it

Instagram

Facebook

Dal 2019 scrivo, fotografo e racconto le nostre avventure di famiglia su Dammilamano. Amo la montagna, i borghi marinari e le musiche di Yann Tiersen. Acquisto più libri di quanti riesca a leggerne, non vivo senza the caldo, sono intollerante al glutine, al lattosio e agli errori grammaticali.

dammilamanoblog@gmail.com

post a comment