fbpx
Top
  >  Gite da favola   >  Bosco Incantato   >  Al Villaggio degli Gnomi di Asiago (VI) con i bambini…per toccare con mano la Magia!
cartelli gnomi Asiago

Alcuni luoghi sono capaci di entrarti nel cuore e alcune esperienze rimarranno in te per tutta la vita: è un po’ quello che è successo a noi al Villaggio degli Gnomi di Asiago!

E vorremmo raccontarti com’è andata, perché possa vivere anche tu questa Magia!

Ci troviamo in Veneto, in provincia di Vicenza, sull’Altopiano dei Sette Comuni, in un incantevole ambiente prealpino.

Per raggiungere il Villaggio degli Gnomi dobbiamo recarci ad Asiago che dell’Altopiano è una sorta di capoluogo. Andiamo in direzione Kaberlaba, contrada Poslen: parcheggiamo all’Hotel da Barba, perchè è lì che inizierà la nostra avventura!

Che cos’è il Villaggio degli Gnomi di Asiago

Il Villaggio degli Gnomi di Asiago è un sentiero tematico situato in un piccolo boschetto, all’interno del quale si trovano le abitazioni degli Gnomi. Si tratta di piccole casette di legno dalla forme più svariate incastonate tra le radici degli alberi, appese tra i rami e…magicamente “animate”.

Il Villaggio è un’iniziativa dell’Hotel Da Barba che ormai da più di 20 anni offre ai bambini la possibilità di immergersi nella fiaba. Si trova nel bosco retrostante all’hotel, ben nascosto tra le fronde ed è il risultato del lavoro minuzioso di Alvise Basso, scultore e grande appassionato del mondo gnomesco.

Simbolo dell’Altopiano è proprio lo Gnomo Sieben (che in cimbro significa, per l’appunto, 7) ed è da qui che tutto è cominciato. Dal magico incontro con questo Gnomo dal cappello a punta, scultura dopo scultura, il bosco dell’Hotel da Barba si è popolato di casette e installazioni. I gestori hanno voluto addirittura animarle, creando così un’esperienza interattiva che lascerà stupiti i bambini…e anche gli adulti!

Come visitare il Villaggio degli Gnomi

Il sentiero è visitabile in autonomia. Tuttavia, prima del Covid, un paio di volte a settimana venivano organizzate anche visite guidate per gruppetti di bambini, accompagnati da un’animatrice. Quindi, a seconda di quando leggerai questo articolo, informati sul sito ufficiale (alla fine dell’articolo troverai il link) per scoprire se è disponibile questa opportunità!

L’ingresso è a pagamento, i prezzi variano stagionalmente, quindi è sempre meglio visitare il sito ufficiale. In ogni caso, con il nostro Codice Sconto DAMMILAMANO21 avrete diritto all’ingresso ridotto, perciò ricordatevi di comunicarlo al momento dell’acquisto (i biglietti non sono acquistabili online, ma solo presso le casse).

Noi lo abbiamo visitato in autonomia ed è stata comunque una bellissima visita. Dotati del nostro braccialetto consegnatoci alla cassa (che le bambine custodiscono gelosamente!), abbiamo scelto il Percorso Salute.

Sì, perché per arrivare al Villaggio degli Gnomi c’è più di una via. Potete scegliere la via più breve: dopo una dolce discesa sull’erba, vi immergerete nel bosco fino ad arrivare al Villaggio. Questo tratto è percorribile anche in passeggino. Ma potete anche arrivarci con calma, godendovi il bosco e la passeggiata. Questa è sicuramente l’opzione che vi consigliamo, perché l’attesa diventerà un fattore importante nella buona riuscita della vostra esperienza!

I percorsi più lunghi non sono adatti ai passeggini, ma non ci sono tratti che presentino difficoltà, perciò con un buon marsupio ergonomico, anche i più piccini potranno accompagnarvi in questa magica avventura!

Prendendovela comoda, impiegherete circa un’oretta ad arrivare al Villaggio degli Gnomi. Questo perché lungo il tragitto troverete non solo postazioni per divertirvi con qualche esercizio ginnico, ma soprattutto tantissimi cartelli che vi introdurranno alla vita degli Gnomi. Ne scoprirete usi e costumi, abitudini e preferenze (sempre che non abbiate già letto “Il Grande Libro degli Gnomi”!). Non solo: sarà un’occasione per conoscere meglio la flora e la fauna locali, grazie alle postazioni totem girevoli corredate da splendide illustrazioni.

Dopo questa passeggiata posso garantirvi che sarete davvero ristorati. L’ambiente è bellissimo, il panorama è dolce, il percorso è molto fiorito. Noi ci siamo stati a Giugno che secondo me è il mese migliore, per via delle temperature miti e delle tante fioriture di questo periodo.

Quando ci siamo addentrati nel bosco, posso assicurarvi che per me è stata un’emozione, perchè è proprio così che mi sono sempre immaginata il Bosco Incantato. A tratti si presenta silenzioso, ma ad ascoltare bene è un concerto di rumori e rumorini. Sentirete gli uccellini che cantano, lo stormire delle fronde, versi strani in lontananza (…forse un troll??). Gli alberi sono altissimi, il sottobosco rigoglioso e dalle piante sembra quasi alzarsi uno sbrilluccichio fatato. Non mi sorprenderei di scoprire che quei grandi massi, umidi e profumati dal muschio, siano in realtà dei troll tramutati in pietra!

Nel bosco ci siamo anche fermati per svolgere un rituale speciale per metterci in contatto con gli Gnomi: bambine concentratissime!!

Cosa fare al Villaggio degli Gnomi

Se prima di arrivare al Villaggio avrete sentito il verso di un troll, non preoccupatevi! Gli Gnomi sono molto attenti e hanno già preparato una super trappola per il loro nemico n. 1, potrete vederla e anche entrarci!

Avvistata la prima la prima casetta, ne seguiranno delle altre. Scoprirete come questi piccoli abitanti si sono organizzati per vivere in questo bosco meraviglioso: case, scalette, porticine, ponti, ponticelli, ecc.

Cosa fare allora? Non resta che esplorare! Andate a bussare alle loro porticine, aprite bene gli occhi e le orecchie, mettetevi in ascolto e siate rispettosi del loro Villaggio, delle loro case e del loro bosco. Solo così potrete entrare in contatto con loro e conoscerli meglio! Attenzione, però: potrebbero succedere cose che non vi aspettate, quindi non siate distratti e vi possiamo garantire che vi divertirete un mondo!

Se vuoi capire meglio l’atmosfera che si respira lì, guarda il nostro reel su Instagram (a me fa ancora sognare!).

E il divertimento più bello, ovviamente, sarà, vedere lo stupore e la gioia dei vostri bambini che in quel momento realizzeranno che, davvero, si trovano dentro ad una fiaba e non vorranno più uscirne!

Riuscite ad immaginare niente di più bello? Io no.

Cosa fare dopo la visita al Villaggio degli Gnomi

Anche se non sarà facile lasciare questo luogo fiabesco, al rientro c’è un’altra super attrazione che i vostri bambini non vedranno l’ora di provare: il super parco giochi con gonfiabili, giostre e mini-kart!

Qualche ora di gioco spensierato con vista sull’Altopiano non la si nega e nessuno e così i bambini si divertiranno, mentre voi potrete rilassarvi sulle panchine. Non male come programma, no?

Con l’ingresso al Villaggio degli Gnomi, è compreso anche l’accesso al parco giochi. L’unica attrazione a pagamento è quella dei mini-kart che, tuttavia, se vorrete provare, vi costerà giusto qualche moneta. Noi li abbiamo provati, era la prima volta, ma le bambine sono sfrecciate via, subito dopo aver capito come funzionavano!

Troverete anche lo snack bar per fare merenda oppure per fare un pranzo veloce con prodotti tipici e panini molto saporiti! All’ombra, sui tavolini esterni, un bel pranzo ve lo sarete proprio meritato!

Chi ha neonati non deve preoccuparsi, perché i bagni sono tutti dotati di fasciato (qui i bambini sono presi seriamente, eh!) e presso le casse troverete anche tanti magici souvenir per portarvi a casa un ricordo tangibile di questa esperienza. La magia e lo stupore, beh…quelli continuerete ad averli stampati in faccia anche il giorno dopo!!

Cosa fare ad Asiago con i bambini

L’Altopiano è il regno delle super passeggiate in famiglia. L’altitudine e le pendenze moderate ne fanno un luogo perfetto per chi viaggia con i bambini.

D’estate il clima è mite e anche quando la giornata è soleggiata, il clima non è mai torrido. In inverno i dolci pendii si trasformano, ricoperti di candida neve sulla quale sciare o slittinare.

Asiago, inoltre, è una bellissima cittadina che vale la pena visitare. Il Municipio e il Duomo di San Matteo Apostolo sono spettacolari, mentre il centro è pieno di negozietti e localini carini.

Teatro della Prima Guerra Mondiale, le testimonianze storiche sono tante. La più imponente e più suggestiva è, a mio avviso, il Sacrario Militare del Leiten che si trova in una posizione panoramica ed è visibile anche dall’Hotel da Barba.

Ma se quello che cercate sono le passeggiate in mezzo alla natura, non perdetevi l’articolo che Cristina di Folletti In Viaggio ha scritto per noi, raccontandoci 3 passeggiate perfette da fare in famiglia.

La visita al Villaggio degli Gnomi di Asiago si presta benissimo a trascorrere un weekend: alloggiando all’Hotel da Barba (leggi l’articolo completo) avrete il trattamento di B&B e il giorno dopo potrete andare alla scoperta dell’Altopiano. Un weekend che merita, davvero!

Dell’Hotel da Barba ti parliamo in modo più approfondito in questo articolo, vieni a scoprirlo!

ARTICOLO SCRITTO IN COLLABORAZIONE CON:

Il Villaggio degli Gnomi

Pagina Facebook

Dal 2019 scrivo, fotografo e racconto le nostre avventure di famiglia su Dammilamano. Amo la montagna, i borghi marinari e le musiche di Yann Tiersen. Acquisto più libri di quanti riesca a leggerne, non vivo senza the caldo, sono intollerante al glutine, al lattosio e agli errori grammaticali.

dammilamanoblog@gmail.com

Comments:

  • Luglio 17, 2021

    Bellissimo articolo! Non riesco a contare le volte che sono stata in Altopiano di Asiago eppure non avevo mai sentito parlare del villaggio degli gnomi prima di vederlo nella tua pagina Instagram!
    Davvero bellissimo, dovrà portarci la mia nipotina… cammina poco perché si stufa in fretta, ma con la scusa degli gnomi potrebbe farcela anche lei!

    reply...
  • Luglio 18, 2021

    Non avevo mai sentito parlare di questo villaggio e pur non avendo bambini mi sento di dire che potrei tornare bambina io in posto del genere. Sembra veramente uscito da una fiaba e quell’immagine con gli alberi altissimi è magica. Mi hai dato un’ottima idea per un weekend , e c’è anche il posto ideale dove passare la notte!

    reply...
  • Luglio 20, 2021

    Che percorso bellissimo, non ho ancora bambini ma lo farei tranquillamente anch’io senza! Sia per la bellissima passeggiata che proprio la magia del villaggio degli gnomi.
    Carinissima anche l’idea dei cappellini per i bambini!

    reply...

post a comment